ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

 

TITOLO DEL PROGETTO: DIRITTI IN PRATICA

SETTORE: ASSISTENZA DISABILI

 

DURATA DEL PROGETTO:  12 mesi

 

OBIETTIVI DEL PROGETTO:

Potenziare il servizio di promozione e orientamento rivolto ai giovani disabili presenti nelle scuole della città di Pisa; migliorare l’assistenza ai disabili iscritti all’Università al fine di ottimizzare la fruizione delle strutture e l’accesso alle lezioni, incrementando così anche il numero dei laureati in corso presso l’Ateneo di Pisa.

 

ATTIVITÀ D’IMPIEGO DEGLI OPERATORI VOLONTARI:

L’Università di Pisa, per offrire agli studenti con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento DSA pari condizioni nel diritto allo studio, è impegnata da anni in azioni specifiche mirate alla progressiva rimozione degli ostacoli che limitano il loro inserimento nel mondo universitario. A tal proposito si è costituito nel 2000 l’USID Unità di Servizi per l’Integrazione degli Studenti Disabili, attivando un percorso caratterizzato dall’abbattimento dei numerosi ostacoli che impediscono ai disabili di integrarsi nel sistema universitario. Si parte dall’accoglienza con cui ci si pone l’obiettivo di assistere gli studenti nella pianificazione del percorso universitario, mettendo a loro disposizione l’esperienza del personale dell’USID e dello sportello DSA, che da anni opera nel campo dell’assistenza ed orientamento di studenti con esigenze specifiche.

 

Gli operatori volontari collaboreranno con l’ Ufficio Servizi per l’Integrazione di studenti con Disabilità dell’Università degli studi di Pisa supportando le attività di promozione della cultura dell’inclusione sociale dei disabili, attraverso rapporti con associazioni del territorio ed enti locali sensibili.

Saranno di aiuto in aula, con il tutoring didattico, e supporteranno l’utilizzo di ausili tecnologici. Faciliteranno il servizio di trasporto e di accompagnamento nelle strutture.

Gestiranno gli incontri con educatori e insegnanti delle scuole, al fine di creare continuità nei servizi, al passaggio attraverso i diversi livelli di studi.

Si coordineranno con altre sedi del sistema di assistenza agli studenti svantaggiati e collaboreranno alla pianificazione delle aule per facilitare gli accessi alle strutture.

Parteciperanno alle attività di orientamento nelle scuole e saranno di supporto allo sportello “SPORTABILE”, per l’orientamento dei disabili nelle attività sportive.

Inoltre svolgeranno attività informativa attraverso una campagna di comunicazione sul sito internet e con incontri negli istituti scolastici del territorio.

 

Guarda il video di presentazione  https://is.link/n0o

 

POSTI DISPONIBILI, SERVIZI OFFERTI E SEDI DI SVOLGIMENTO:

5 posizioni disponibili senza vitto e alloggio

N.
SEDE DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO
COMUNE
INDIRIZZO
COD SEDE
N VOL. PER SEDE
1
UNIVERSITÀ DI PISA – USID
PISA
Largo Bruno Pontecorvo 3
85232
5

 

CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:

> 5 giorni di servizio a settimana su turni

> 1145 ore annue (una media di 25 ore a settimana distribuite obbligatoriamente su 5 giorni)

> 20 giorni di permesso giornaliero (da concordare con l’ente in base alle chiusure previste dalla struttura)

 

DESCRIZIONE DEI CRITERI DI SELEZIONE: sistema accreditato al DPGSCU

 

EVENTUALI  REQUISITI  RICHIESTI:

In considerazione delle attività da svolgersi si chiede:

> Conoscenza minima delle strutture dell’università di Pisa: aule di lezione, orari segreteria, conoscenza sportello tutoraggio, servizi on line per gli studenti;

> Flessibilità oraria dei turni di servizio;

> Guida degli automezzi messi a disposizione dell’ente per chi è in possesso di patente;

> Disponibilità, se necessario, di prestare il proprio servizio durante il fine settimana e/o giorni festivi, garantendo comunque i riposi settimanali previsti;

> Disponibilità ad effettuare brevi servizi e/o trasferimenti e/o periodi di soggiorno fuori sede, in accordo e debitamente autorizzati dal DGSCN;

 

CARATTERISTICHE COMPETENZE ACQUISIBILI:

41 ore di formazione generale obbligatorie per lo svolgimento del servizio civile erogate dai formatori accreditati CESC Project.

 

Ai volontari che termineranno l’anno di servizio civile sarà rilasciato un attestato in relazione alle attività svolte durante l’espletamento del servizio utili ai fini del curriculum vitae.

 

FORMAZIONE SPECIFICA DEGLI OPERATORI VOLONTARI:

71 ore. Il 70% delle ore sarà erogato entro e non oltre 90 giorni dall’avvio del progetto, il restante 30% delle ore sarà erogato entro e non oltre il terzultimo mese del progetto.

 

Utilizzando una metodologia esperienziale, riteniamo opportuno poter trattare alcuni degli argomenti previsti, successivamente, nel momento in cui i volontari potranno arricchire le dinamiche d’aula con i loro personali vissuti, grazie alle esperienze che avranno fatto durante la prima parte del servizio. Si specifica che il modulo sul tema “Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile” sarà erogato entro i primi 90 giorni dall’avvio del progetto.

 

Nell’implementare gli interventi formativi si farà ricorso a un approccio disciplinare multidimensionale, variando le tecniche in base alla natura della tematica trattata. In linea generale, un posto di rilievo sarà tenuto dalle tecniche di educazione non formale, essendo obiettivo generale del processo di formazione specifica abilitare i volontari sul piano del “saper essere” e del “saper fare”, più che su quello del mero sapere teorico, strumentale ai primi due livelli di apprendimento. L’intento è quello di garantire un reale coinvolgimento e un attivo ed efficace apprendimento da parte dei giovani. Si agirà quindi, trattandosi di un’esperienza di vita totalizzante, sul sapere, saper essere e saper fare dei volontari/e ossia sulle loro conoscenze, abilità ed atteggiamenti.

A tutto ciò vanno aggiunte modalità di affiancamento, di osservazione e di addestramento guidato. Le giornate formative saranno divise in una prima parte teorica e in una seconda con il coinvolgimento attivo dei giovani in discussioni, gruppi di lavoro, laboratori, esercizi autobiografici.

 

SCHEDA MISURE AGGIUNTIVE : TUTORAGGIO

 

Questo progetto prevede la misura aggiuntiva del tutoraggio rivolto ai volontari che si svolgerà a partire dal 7° mese di servizio e si articolerà in 5 fasi con moduli della durata dalle 2 alle 4 ore ciascuno per un totale di 21 ore (17 obbligatorie e 4 opzionali).

 

Il percorso di tutoraggio ha una valenza di natura orientativa finalizzata all’accrescimento della consapevolezza circa la propria storia e le competenze e risorse personali maturate in essa a alla documentazione sistematica di dette competenze quale base di riferimento per nuove progettualità professionali. Ma lo stesso percorso ha anche una valenza formativa in quanto permette di acquisire un metodo di autoanalisi e di riprogettazione continua del proprio percorso di vita in linea con le proprie aspirazioni consapevoli e con le nuove caratteristiche del mercato del lavoro.

 

I laboratori in cui si articola il tutoraggio sono strutturati in una modalità interattiva ed esperienziale che a partire dai principi teorici stimola i partecipanti a sperimentare direttamente quanto appreso a livello cognitivo.

 

Nel lavoro di gruppo verranno utilizzati una serie di strumenti e attività quali: laboratori, colloqui individuali, lavoro personale con supporto del tutor, dinamiche di interazione tra pari.

 

Per informazioni e chiarimenti:

infobando@cescproject.org

tel: 0671280300

 

Per candidarti a questo progetto vai al link:

https://domandaonline.serviziocivile.it/?CodiceProgetto=NAZNZ0008119102454TNAZ