CESC PROJECT, SERVIZIO CIVILE ALL’ESTERO 2019: PARTITI I PRIMI 63 GIOVANI 
PER PORTOGALLO, BOLIVIA, ECUADOR, TANZANIA, RWANDA, GHANA E CONGO 

Sarà un anno intenso quello che aspetta i giovani che hanno scelto di fare Servizio Civile all’estero con CESC Project: 63 operatori volontari hanno già raggiunto le sedi in Portogallo, Bolivia, Ecuador, Tanzania, Rwanda, Ghana e Congo per avviare 9 dei 13 progetti in programma nel 2019.
Chi presta Servizio civile all’estero è in posizione ottimale per svolgere un ruolo decisivo nel dare forma e sostanza alla cultura della solidarietà: è attraverso la circolazione delle idee, lo scambio delle informazioni e la diffusione dei saperi che le diverse identità trovano modo di confrontarsi, di intendersi e di interagire proficuamente per migliorare la qualità del pianeta in cui debbono convivere.
Intanto, vi proponiamo alcune immagini delle prime tappe di questo anno intenso.

Il gruppo degli operatori volontari dei progetti “Le voci del Planalto” e “L’Europa passa dalla montagna” in aeroporto a Roma, pronti alla partenza. 
8DF0AB46-D353-411F-9AE4-C0157E116321
In Portogallo svolgeranno attività di conservazione e rigenerazione ambientale e di animazione comunitaria nel nordest trasmontano, tramite le associazioni AEPGA e Palombar.

I referenti locali dell’associazione Mujeres en Accion e del centro Taypi Warminaka accolgono all’aeroporto di La Paz, in Bolivia, i giovani del progetto di educazione e promozione culturale “Sul cammino del buen vivir”, a favore della comunità di Huatajata, sulle rive del lago Tititaca.
9BCF326A-C0E1-4A64-8ACB-B1A4A8335A34

Gli operatori volontari in servizio in Ecuador al completo durante una giornata di formazione specifica in loco. 

CA301EDD-0E29-4821-A41E-0DCD6D5E8C50
Il progetto di cooperazione decentrata “Educazione e sviluppo rurale tra le Ande e l’Amazzonia” si realizza presso 5 sedi dell’ente locale FEPP ed è rivolto a piccoli produttori, famiglie di contadini e comunità indigene, mentre il progetto“Un granito de arena” opera a favore di minori, migranti e disabili accolti nelle strutture degli enti locali Cristo de la Calle nella città di Ibarra e FUCAVID nella periferia di Quito.

Una delle sedi tanzaniane dei progetti “Barabara”, “Una bambina chiamata Africa” e “L’arte di essere fragili” è a Ilunda, dove tutto il gruppo degli operatori volontari ha svolto una parte della formazione specifica. 

4DE70122-9AAB-47F9-B87A-34463A88FABF
I progetti di assistenza in Tanzania, realizzati con gli enti partner Gondwana-Associazione di cooperazione e diplomazia popolare e Comunità solidali nel mondo Onlus, sono rivolti ai minori orfani, ai minori con disabilità ed alle loro famiglie, attraverso attività educative, di riabilitazione su base comunitaria e di generazione di reddito.

Il gruppo degli operatori volontari in servizio in Rwanda attraverso i progetti “Guardare lontano senza paura” e “Una bambina chiamata Africa” ha svolto alcune giornate di formazione specifica presso la sede dell’ente partner Anymore Onlus a Messina. 

15D93718-FA54-4826-8A30-4CA27188A573
Le attività di servizio civile in Rwanda sono a favore dei minori della provincia e dei villaggi rurali della capitale Kigali.




Pubblicato in Servizio Civile NEWS
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per garantirne la funzionalità e fornire i nostri servizi quali mappe, social network, video, statistiche di visita. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies, mentre per i dettagli e per negare il consenso ai cookie consultate l’informativa completa
Maggiori informazioni Ok Rifiuta